cib.jpeg
Un menu ideato e preparato dagli studenti della Classe Seconda dell’ Istituto ABF Alberghiero di Treviglio ci ha stupito tutti perché ha saputo far incontrare i sapori del nostro territorio di campagna con la fantasia e la  creativitá dei giovani aspiranti chef .Il tutto sull’ onda del riutilizzo alimentare e del riciclo intelligente degli ingredienti e delle materie prime per creare ,nel piatto ,un dinamismo di gusti ,colori ,tradizioni e desiderio di futuro . 

Continue reading

Bella la parola “collaborare” nel senso di far parte di un gruppo che permette di farti “innamorare” ancora di più della realtà che ti circonda, che ti consente di essere curiosa di esplorare nuove strade, di vedere la “cultura sottosopra”, come dico io, e di fare nuovi incontri. E gli incontri ti arricchiscono sempre! Sono come un piatto speciale che unisce dolcezza e sapidità, che armonizza la parte morbida e la parte croccante in un delicato crocevia di consistenze. Ti permettono di crescere di migliorarti, di confrontarti e… perché no? Anche di sorridere… che è poi lo scopo dello stare insieme.

  • Il Gruppo Antropologico Cremasco, nato a Crema nel 1978, raccoglie un gruppo di persone che ama approfondire la cultura popolare del proprio territorio con uno sguardo multidisciplinare e con una pluralità di approcci, interessi, risvolti antropologici e sociali, ricerche, mostre e pubblicazioni. Direi che ci unisce il grande amore per una città bellissima, … come Crema …
  • Il Centro Ricerca Alfredo Galmozzi, nato a Crema nel 1999 come associazione culturale per promuovere la storia locale, si occupa di pubblicazioni, spesso accompagnate da documentari di un certo rilievo, mostre, convegni e laboratori didattici. Vanta un meraviglioso archivio fotografico e documentario , relativo al XIX e al XX secolo in cui perdersi piacevolmente
  • L’Associazione Italiana Celiachia (AIC): è un’associazione di cui faccio parte come volontaria da 6 anni per la provincia di Cremona. Si occupa, attraverso diversi progetti e attività, di migliorare le condizioni di vita della persona celiaca sostenendola e di diffondere una corretta conoscenza della celiachia con la promozione della ricerca scientifica e con un’ampia rete di sensibilizzazione e di informazione attiva sul territorio.
  • Slow Food – Condotta Bassa Bergamasca: fiera di essere una Socia Slow Food, associazione da tempo impegnata in tre direzioni sociali: ridare il giusto valore al cibo che poi compare quotidianamente sulle nostre tavole, rispettare chi produce il cibo e avere cura del rapporto con l’ambiente che ci circonda. L’amore parte armonicamente dalla terra. Un tuffo nei nostri territori, nelle nostre tradizioni locali, nei nostri saperi nascosti con uno sguardo speranzoso verso il futuro …
  • Confraternita del Tortello Cremasco: mi sono iscritta, il 27 settembre 2016, alla Confraternita del Tortello Cremasco e partecipo con piacere alle Conviviali mensili nei diversi ristoranti e locali associati che vedono il Tortello cremasco come protagonista assoluto, come fulcro della rinascita della tradizione cremasca. L’idea originale dell’associazione nasce da un desiderio di convivialità creato intorno alla conservazione, alla valorizzazione e alla promozione di un piatto tipico per esaltarlo in tutta la sua bellezza storica, sociale, gastronomica così come ho scritto nel capitolo “Il recupero di una memora storica” (Libro del Gac)
  • ONAV – Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino “Wine Passion & Skill”: felice di partecipare alle interessanti serate organizzate da cui un’associazione sempre più radicata sul nostro territorio nazionale, in tutte le sue province. Una realtà associativa e organizzativa importante, quella dell’Onav, un organismo moderno e dinamico capace di regalare all’arte della degustazione del vino una dimensione a tutto tondo, aperte ed inebrianti curiosità e generose informazioni per consumatori, viticoltori, produttori, estimatori. E’ la prima Organizzazione del mondo enoico creata nel nostro paese e interessata in primis alla qualità del vino e ad un approccio tecnico al giudizio del vino. La nota che prediligo? L’unione felice di esperti e di appassionati, di tutti i gradi e di tutte le culture, istruiti ad una medesima arte, un’arte oserei dire quasi sacra. Una trasversalità che profuma solo di arte.
  • Radio Caravaggio Magnolia 92.20 EM: che dire? Per una persona come me dinamica e soprattutto amante delle parole non poteva mancare di certo una rubrica di cucina in Radio ogni mercoledì mattina ore 10.00: In compagnia di Annalisa … una ricetta e un pensiero … Un’esperienza bellissima, da raccontarvi volta per volta … L’emozione più forte è quando ti chiamano da casa … e ti fanno mille domande … E poi … dolce amicizie nate tra i microfoni, le nostre chiacchierate, i nostri CD … Frequenza 93.80
  • Gruppo di lettura: come avida lettrice, non potevo non far parte di un gruppo di lettura presso la Libreria “Il Campanile” a Caravaggio: ogni mese leggiamo un libro e lo commentiamo piacevolmente confrontandoci. Sono incontri davvero ricchi di spunti e sorprese: è un po’ come guardare gli effetti meravigliosi di un arcobaleno … Il fascino dei libri risiede proprio nel loro essere grandiosi, multiformi, multicolori e, quando si dispiegano verso di noi, brillano di una luce particolare come quella degli arcobaleni, gli “archi degli dei” come li definivano i miti del passato. I libri rifrangono la luce come se fossero all’interno di un prisma di vetro e diventano un “balsamo terapeutico” per le nostre anime.

Chi sono

Creativa per vocazione, fervida appassionata di lettura, ho esordito come cookery writer con il libro “Dolci emozioni in cucina” e da quel momento si è aperto un mondo nuovo nella mia vita: presentazioni, eventi, incontri con persone speciali, show cooking, corsi di cucina creativa e recensioni di locali e ristoranti.

L’interesse per la storia della cucina nei secoli, per le curiosità culinarie locali e regionali mi ha portato a scrivere il mio secondo libro, sempre sull’onda delle emozioni che scaturiscono dai testi delle ricette, dalle poesie e dai racconti che amo scrivere e raccogliere.

E’ nato e si è sempre più ampliato un percorso denso di emozioni, un’avventura culinaria e letteraria fatta di tappe, di opportunità creative, di tante nuove amicizie.

Ho scelto di chiamare il mio blog “Dolci emozioni in cucina” perché da lì iniziano a prendere vita tutte le nostre emozioni, accanto ai piatti della tavola si valorizzano i nostri rapporti conviviali: le emozioni di fronte alle meraviglie dei nostri luoghi, le emozioni per l’entusiasmo dell’arte in tutte le sue espressioni, le emozioni per i ricordi e sentimenti che ci pervadono, le emozioni nella spontaneità delle immagini.

Oltre al calore familiare e ai legami profondi che si creano tra i piatti e le storie personali ho cercato di approfondire con costanza le mie conoscenze su ricette antiche e regionali, scoprire nuovi Chef creativi che condividano la mia stessa passione per il continuo miglioramento di se stessi, curiosare tra libri vecchi e nuovi, dialogare con diverse attività produttive dell’area enogastronomica. Non solo cucina però!

Amo la scrittura, sono circondata da pile chilometriche di libri sparsi per la casa, amo visitare mostre e città d’arte e le chiacchierate con gli amici attorno ad una tavola sempre curata nei particolari. Ho frequentato infatti diversi corsi non solo di cucina ma anche di galateo. Sono un’inguaribile idealista e una sognatrice senza confini, golosissima e pertanto adoro preparare  dolci accompagnati dal mio amato Moscato di Scanzo e inventare menu a tema, sempre basati sulla prospettiva dei colori. Non posso non apprezzare le bollicine della vicina Franciacorta ma la mia passione è incentrata sul colore vivo del vino rosso, sulla sua vitalità e tenacia… naturalmente servito nei miei amati bicchieri …

Mi piace perdermi tra le vigne nelle colline marchigiane in cui sono nata e da sempre sono innamorata del suono dolce e rasserenante del mare. Sono solita definirmi un’’”appassionata” dei ricordi, dei profumi, delle voci e delle frasi spontanee e annoto tutti i miei pensieri, in ogni momento della giornata.

Sono mamma di una meravigliosa ragazza che mi incoraggia sempre nelle mie avventure creative e condivide con me una grande vitalità. Non mi piacciono infatti le abitudini, cerco di vivere i momenti con poche programmazioni ma con tanti sogni nel cassetto.

L’ultimo sogno? Pubblicare il mio romanzo del cuore … un libro di quelli che, quando arrivi all’ultima pagina con il fiato sospeso, hai voglia di ricominciare …

 

Continue reading


Editing by Davide Severgnini. All rights Reserved.