Quest’ anno la colomba è “ in verde “!

baffi.jpg

La serenità del verde acqua marina ,mio preferito in assoluto ,accompagnerà quest’ anno le diverse proposte delle Colombe Artigianali della Pasticceria Baffi .Scatole e fiocchi ,lavorati dalla mano sapiente di Maria , racchiuderanno un’ antica bontà di famiglia che si tramanda da anni ,una morbidezza unica dettata da un’ attenta lievitazione impreziosita da alcune farciture che arricchiscono l’ impasto classico .Dulcis in fundo una golosa novità: il Pand’ Uovo !      

Angelo cura molto le fasi di preparazione e le tre lievitazioni dedicate all’ impasto .Cura anche la scelta degli ingredienti :oltre alla Colomba liscia ,ricoperta dalla dolcezza della classica glassa di mandorle ,si puó spaziare da quella al sentore di Arance con profumate scorzette all’ interno e mandorle in superficie a quella più golosa al Cioccolato fondente e gocce di cioccolato ,da quella al particolare gusto di caffè Moka ,ricoperta dalla glassa e da zucchero a granelli, a quella sulle note orientali verdi del pregiato Tè verde Matcha in polvere .E poi naturalmente non puó mancare ,in quel di Calvenzano ,la colomba al Melone con cubetti di melone disidratato in attesa di quello fresco che potremo gustare nei campi assolati dell’ estate .Tra le varie scatole pasquali quest’ anno ,non solo verdi ma anche di un dolce rosa confetto per i clienti più “sdolcinati “ e vogliosi di dolcezza  ,si è aggiunta anche una bella novità che mi ha subito incuriosito :Il Pand’ Uovo ,un’ invenzione del nostro caro Angelo .Lo vedete qui ,nella foto ,contento della sua intuizione ,semplice ma “geniale” .Ci sono tanti clienti ,mi dice ,a cui non piacciono arance e canditi e che vorrebbero mangiare il Pandoro anche a Pasqua ,certo in un’ interpretazione diversa e adatta alla festa primaverile .Ed ecco allora nascere il Pand’ Uovo :la soffice pasta del Pandoro ma pensata nello stampo tipico dell’ uovo pasquale .

Si puó degustare liscio e poi accompagnare ad una crema all’ inglese aromatizzata  o ad una crema al mascarpone ,in una nuova versione pasquale più fresca e spumosa ,oppure ricoperto da uno strato di cioccolato fondente fuso e simpatiche codette .E così è stato creato un incontro tra morbidezza ,sofficità e la caratteristica forma tipica della Pasqua ,la forma che più rappresenta i nostri desideri di bambini ansiosi di “scartare “ l’ involucro magico delle nostre sorprese.Non solo dolcezza peró ma anche un tocco di sapidità con le colombe salate ,prelibatezze gastronomiche ricoperte da semini di sesamo pronte ad essere farcite con le più svariate salse, salumi ,verdure o  anche ,perchè no, una crema pasticcera salata .Qualche idea che vi posso dare ?Una salsa verde accompagnata da mortadella e pistacchi in granella ,una salsa al curry con porro ,purea di pomodoro ,mela verde e naturalmente curry ,una salsa più in linea con la stagione realizzata con sedano ,punte di asparagi ,cipollotto e barbabietola rossa .Oppure potete optare per una maionese al mango o alla papaya, se volete osare qualcosa di più esotico o  spadellare zucchine ,carote e peperoni ,unirli al pollo sfilacciato e legarli infine ad una intrigante mostarda artigianale di frutta tipica della terra cremonese e cremasca .Vi suggerirei in questo caso una Mostarda di mirtilli o di fragoline .

 

Se invece preferite una composta da servire in un’ elegante ciotolina che accompagni con discrezione la fetta di colomba salata per i vostri antipasti o i vostri aperitivi vi propongo cipolla dorata caramellata  ,barbabietola rossa e qualche mandorla oppure qualche semino misto.E allora non resta che tuffarci nel verde acqua marina che quest’ anno hanno scelto Maria e Antonella  e in quel pizzico di creatività che sa sempre sorprenderci ed avvolgerci ,anche da “grandi”. In fondo la colomba ha sempre avuto ,nella sua storia ,nelle sue tradizioni e nelle sue svariate leggende legate alla  sua origine che ho letto con molto piacere e curiosità ,una valenza simbolica  forte ed incisiva .Nella semplicità del suo impasto di farina ,burro e uova e nella dolcezza della sua glassa spesso mandorlata è sempre stata simbolo di pace e di amore .Dovunque ,nelle diverse leggende che ancora se la contendono ,tutto iniziava sempre dalla rielaborazione di un semplice pane a forma di colomba ,arricchito solo dopo nelle sue evoluzioni dagli altri ingredienti .Sempre rappresentava un dolce gesto di pace .Il simbolo più bello . Bello sarebbe ripensarlo in questa sua valenza quando lo offriremo nelle nostre tavole pasquali .                                                      

 

Pasticceria Baffi                                                            

Piazza Paglia 6                                                              

Calvenzano                                                                  

Tel 0363- 86262                                                       

www.baffialimentari.it 

                                      





 
 
 
 
 

Tags: Pasticcerie e gelaterie


Editing by Davide Severgnini. All rights Reserved.