Nel cuore di Pordenone una location che intreccia food-design e una cucina aperta sull’ arte.

pprde.jpg
Nella ristorazione modenese e nel centro di Pordenone ,quasi davanti al Teatro Verdi e alle parole di Pasolini mirabilmente scolpite sulla parete ,il Ristorante Moderno si distingue per la sua eleganza e per la sua attitudine a condividere piacevolmente  il gusto della condivisione.  
 Il Ristorante Moderno ci accoglie in modo garbato in un armonioso incrocio tra stili diversi e in una location di assoluta serenitá dei sensi che respira  l’ aria dell’ arte di Andrea Palladio .Siamo a Pordenone ,in un luogo quasi di confine, in cui si sente da lontano il profumo del mare .La cucina infatti presenta ogni giorno un’ ottima scelta di pescato quotidiano del nostro mare con una simbiosi tra la tradizione del territorio, la fantasia dei gusti e le esigenze dei clienti .Lo staff ,inteso come gruppo coeso e fortemente dinamico , è guidato dallo Chef Mirko Naibo insieme a Marco Magni ,Michele Pivetta e Federico Bortolin .Patron della prestigiosa location la spiccata personalità e l’ elegante simpatia di Enrica Ros. Il ristorante ha diverse sale per i suoi ospiti che di sera si illuminano di luci soffuse. Al nostro tavolo abbiamo avuto l’ onore di dialogare con lo Chef Pietro Leemann ,unica stella Michelin italiana nel 1996 in rappresentanza  della cucina vegetariana .In suo onore lo staff  ha presentato ,dopo un entreè profumato di guacamole e servito nelle meravigliose ceramiche artigianali del territorio ,diversi piatti dedicati alla sua forte passione e alla  sua arte culinaria declinata ormai da anni  secondo i principi del vegetarianesimo e secondo un preciso iter spirituale e introspettivo .
 
Un elogio alla “Rosa di Gorizia “,una varietà locale di radicchio tipica della zona di Gorizia riconosciuta come prodotto agroalimentare tradizionale friulano e come Presidio Slow Food seguita da una Vellutata di cavolo nero con mandorle ,noci e pomodorini confit ,una Lasagna aperta a più strati con patate ,fungo Shitake ,topinambur glassato ,pomodorini confit e mousse di stracchinella (formaggio di soia ) e ,per finire ,un cubo di melanzana profumato al timo e completato da spruzzi bianchi di maionese preparata con latte di soia .I piatti sono stati accompagnati da ottimi vini rappresentativi del territorio scelti tra una cantina di tutto riguardo .A conclusione di questo percorso vegetariano ,inusuale per il ristorante ,un fresco sorbetto all’ arancia con un leggero cuore salato all’ interno .Lo staff era visibilmente emozionato di avere come ospite uno chef -maestro che riesce a trasformare con grande maestria e sapienza ingredienti selezionati e di ottima qualità e che porta avanti un percorso profondo per realizzare  una cucina etico-intimista per gourmet di continua ricerca e  di attento approfondimento.E così ,anche le scintillante sale del Ristorante Moderno si sono illuminate di una luce nuova ,privilegiata ,di uno confronto tra diversi pensieri e diversi percorsi interiori intesi come un continuo viaggio di vita alla scoperta di se stessi e delle proprie radici storiche  con un rispetto profondo  per il Pianeta che ci ospita .Il cibo rappresenta innanzitutto chi siamo e chi desideriamo essere :mangiando ,degustando e cucinando possiamo esprimere la nostra personalità che deve essere in evoluzione continua .                                                  
 
Ristorante Moderno                                                  
Via Franco Martelli 1                                                
Pordenone                                                                  
Tel 0434- 1604716
 
 
 
Porde8
Porde2
Porde3
Porde4
Porde5
Porde6
Porde7
Porde9
                                   

Editing by Davide Severgnini. All rights Reserved.