Un Touring del Gusto rinnovato che guarda con curiositá all’ Europa

gust.jpg
Ha preso ufficialmente il via lo scorso martedí 14 maggio a Villa Belussi il Touring del Gusto 2019 che presenterá, in questa nuova edizione, diversi gemellaggi tra ristoranti italiani e ristoranti europei che hanno nel cuore l’ eccellenza della tradizione italiana in tavola.
 
In occasione della 16esima edizione de “Il BonTà, il Salone delle Eccellenze Enogastronomiche dei Territori ,previsto dal 9 al 12 novembre 2019 a CremonaFiere , verrá sviluppato anche un interessante percorso del gusto e dei sapori dall’ intrigante titolo “La tradizione della Tavola Italiana in Europa” .La centralitá del progetto é focalizzata sulla scelta di ristoratori di alta qualitá selezionati in diverse province lombarde (Cremona ,Brescia ,Lodi ,Pavia ,Mantova ,Verona)e in diverse cittá europee dislocate in Germania, Francia ,Svizzera ,Croazia e Austria .Diversi quindi i professionisti che si confronteranno ai fornelli in una sinergia di tradizioni ,sapori autentici ,storia del territorio ,qualitá dei prodotti e composizione dei piatti .Ideatore del progetto il giornalista enogastronomico Osvaldo Murri ,un progetto ambizioso che si inserisce perfettamente nell’ ambito di un iter lungo quindici anni in cui il Touring del Gusto si é intrecciato in modo dinamico al Salone “Il BonTà”. Quest’ anno ,in una veste rinnovata ,la giuria di esperti, critici e giornalisti enogastronomici ,degusterá e giudicherá il piatto decretato come “vincente “ da abbinare poi ad un calice speciale .Il piatto dovrá aver superato sulle diverse tavole la severa selezione dei numerosi appuntamenti che proseguiranno fino al prossimo autunno e che vedranno le performance creative dei diversi chef italiani all’ estero ideate per valorizzare ,esaltare e far conoscere la tradizione della buona tavola italiana .Il Premio infatti decreterá il miglior “Ambasciatore della Cucina Italiana di territorio “.
 
Il primo gemellaggio di questa lunga avventura culturale e culinaria ha avuto come location la meravigliosa cornice del Ristorante Villa Belussi di Corte dè Cortesi con Cignone (Cremona).Nelle scintillanti e splendidamente rinnovate sale della villa di proprietá della Famiglia Belussi i commensali ,gli ospiti e i numerosi giornalisti intervenuti hanno potuto degustare un menu studiato a quattro mani in cui si sono incontrate in modo sinuoso la cucina tedesca e la cucina italiana .Gli Chef Andrea Mariotti e Giuseppe Zefferino hanno incontrato lo Chef Andrea Alesi e la moglie Rita del Ristorante Gude Stub Casa Antica di Dreherstrasse a Bühl ,in Germania .Tutt’ intorno un’ atmosfera incantevolmente elegante e quasi senza  tempo in cui l’ architettura rinascimentale esterna della sontuosa villa si intrecciava allo stile liberty dell’ interno completamente ristrutturato con affreschi e mobili rinati nel loro antico splendore .La cucina di Villa Belussi ,divenuta ormai una ristorazione altamente professionale e  stellata ,si é alternata ai piatti della Gude Stub Casa Antica che nella sale del suo locale propone ingredienti di alta qualitá per far conoscere anche in terra tedesca la freschezza e la prelibatezza della cucina siciliana e la particolaritá dei prodotti homemade come pane e pasta fresca .Ed ecco le proposte culinarie della prima serata del Touring del Gusto  in un’ altalena accattivante di gusti ,tonalitá ,fantasie creative e tradizionali .La cena si é aperta con una selezione di antipasti presentati dallo Chef Andrea Alesi in un girotondo variegato di proposte e di sapori :un Primosale con olive Giarraffa ,una caponata siciliana di melanzane ,una rivisitazione di vitello tonnato ,una simpatica creazione con il pomodoro San Marzano ,un asparago verde Baden Baden con lardo di Mangalica e pancetta steccata ,un soufflé di Parmigiano e mentuccia ,cipolle allo zafferano con filetto di sgombro alle erbette e ,infine ,un cracker centrale con rucoletta ,ceci e melograno .
 
Un ricco ventaglio dunque  abbinato al “Crestale “, un Sauvignon Blanc della Cantina Reale, nome che deriva dalla parola “cristallo” ad indicare la sua particolare limpidezza. Il primo piatto ,presentato dai due giovani e talentuosi chef di Villa Belussi ,é stata un’ autentica esplosione di delicatezza: eleganti  ravioli di zafferano ripieni di melanzane accompagnati da una crema di burrata con una nota leggermente affumicata e da un calice di “Lorenzo”, un Metodo Classico Pinot Nero e Chardonnay della Cantina Reale piacevolmente morbido in bocca.Lorenzo tra l’ altro é proprio il nome di uno dei figli di Massimo ,l’ attuale rappresentante  dell’ azienda insieme alla moglie Morena ed é stato scelto per mantenere la tradizione di famiglia.I due secondi piatti hanno ottenuto peró i migliori punteggi :Gude Stub ha presentato un intenso Guancialetto di vitello all’ origano selvatico (che é stato poi gentilmente donato a fine serata a tutti i partecipanti )accompagnato da una creativa ed originale trilogia di patate ,densa di profumi e di colori , mentre Villa Belussi ha servito un Filetto di Manzo al Cointreau con asparagi al burro ,seguendo cosí i sapori della stagionalitá. Entrambi i secondi sono stati abbinati ai calici rossi corposi  di “Vigna di Moro” ,un Merlot in purezza della Cantina Reale e “Barcoli “, un Merlot Corvina Cabernet. Un delizioso piatto di piccola pasticceria tipica del territorio cremonese ha concluso poi  in autentica dolcezza la piacevole cena interattiva .Partner della cena e dell’ intero ciclo di degustazioni e di incontri fra tradizioni la Cantina Reale Boselli ,un’ azienda storica familiare presente fin dal 1440 e completamente rinnovata nel 2015 ,che ha portato nei nostri calici ,amabilmente ,un po’ dell’ aria e dei profumi dei Colli Mantovani dell’ Alto Mincio ,un meraviglioso parco naturale disteso tra le sinuose colline moreniche ,tappa assidua del turismo enogastronomico che abbraccia anche la storia e la cultura del Castello e della Rocca di Volta Mantovana .
 
Un terreno morenico ,diciotto ettari di vigneto ,che sta regalando ottimi risultati e con notevoli capacitá produttive, come ci spiega il suo titolare . La serata inaugurale dell’ iniziativa ha quindi aperto la via ai grandi piatti della tradizione e della cultura italiana e al noto talento della cucina italiana nei paesi europei, un patrimonio unico e prezioso, valorizzando al contempo anche una cantina del territorio.Territorio e talento i due fili conduttori di questo iter del gusto che ci incuriosisce e ci lascia  trasportare virtualmente alla tappa futura .                                                                          
 
Ristorante di Villa Belussi                                        
Via A.De Gasperi 17/19                                            
Corte dei Cortesi con Cignone -Cremona            
Tel 0372-926003                                                    
 
 
 
Gust16
Gust13
Gust14
Gust4
Gust12
Gust6
Gust8
Gust17
Gust9
Gust11
Gust3
Gust2
 
 
 
 

Editing by Davide Severgnini. All rights Reserved.