Conoscere la crescia marchigiana e gustarla in una taverna di una volta scoprendo sapori mai dimenticati .

crescia-1.JPG

La piacevole riscoperta di una ricetta antica in una location che parla di storia e di ricordi.

 Camminando per le vie ciottolose del borgo antico del Castello di Frontone ,in provincia di Pesaro Urbino ,ci si imbatte piacevolmente in  una Taverna particolare .Entrando si ha davvero l' impressione di essere in un luogo ricco di storia ,di ricordi ,di profumi meravigliosi .Lunghissimi tavoloni di legno con le tipiche tovaglie a quadretti invitano al senso della convivialita' .Sui muri vecchi oggetti appartenenti alla quotidianita' contadina raccontano piccole storie di vita .Qui le donne del paese preparano i piatti tradizionali del paese .Iniziamo dai primi piatti :la pasta viene rigorosamente impastata e stesa a mano col mattarello in modo da risultare ruvida e porosa  e lasciata asciugare in modo naturale .Le sfilate sono cosi' aperte :tagliatelle ,cappelletti ,gnocchi ,ravioli conditi con ragu' particolari :ragu' di capriolo e cinghiale durante la stagione invernale ,ragu' classico ,di anatra e di funghi porcini negli altri mesi .La signora Emma ,la titolare ,organizza durante l' anno degli interessanti  corsi di sfoglia sulle tavole di legno ,come una volta .I secondi piatti sono a base di carne (braciole ,costarelle e salsicce di maiale ,agnello a scottadito e bistecche di vitellone )che viene cotta nell' ampio camino che padroneggia in una sala vicino alla cucina ,tra i tavoli apparecchiati .

Tepore e profumi che si intersecano e si completano piacevolmente .Di domenica e nei giorni festivi si possono gustare anche i piatti tipici della tradizione marchigiana come lasagne ,cannelloni ,coniglio in porchetta e piccione ripieno .E poi arrivo finalmente a raccontarvi  il loro piatto d' eccellenza : la mia amatissima crescia .Cosa e' la crescia ?Un impasto simile alla piadina romagnola ma con un segreto ...cotta al momento sulla graticola del camino ,sopra la brace ardente ,e servita con i salumi tipici locali ,le erbe ripassate in padella con aglio e olio ,i formaggi regionali .La sua peculiarita' e' che viene presentata gia' tagliata a triangoli nei cestini del pane ed ha un profumo che avvolge palato e mente ,un profumo che ti invade i sensi .D' estate ,da giugno a settembre ,si puo' gustarla anche fuori ,in una piacevole piazzetta che regala un panorama sereno tra le colline marchigiane ammirando Frontone ,denominato la  " Svizzera " delle Marche per il suo clima particolarmente salubre, e il Massiccio del Catria .Camminando si puo' raggiungere il bellissimo Castello di Frontone  recentemente ristrutturato :le sue sale ospitano mostre temporanee ,banchetti ,convegni e concerti .Dall' ultima domenica di novembre si svolge al suo interno un tipico mercatino con diversi prodotti di artigianato locale .Tavola e natura le due parole chiave di questa chicca marchigiana senza dimenticare i profumi e i sapori di un tempo che vi conquisteranno .Per me e' uno dei  "posti del cuore " ,tappa imprenscindibile delle mie vacanze estive e luogo che raccoglie tanti ricordi di cene tra amici e persone speciali .

Frontone 5
Frontone 2
Frontone 3
Frontone 4
Frontone 6
Frontone 7
Frontone 1
Crescia9

 

 Ristorante Taverna della Rocca  

  Via Giacomo Leopardi ,20                          

  Frontone Localita' Castello                            

  Tel 0721- 786218                                          

  www.tavernadellarocca.com    

Tags: Ristoranti e trattorie


Editing by Davide Severgnini. All rights Reserved.