L' Onav ,sezione di Cremona ,ri -prende forma !

onav-2.JPG

L' impegno del nostro delegato di Cremona ,Angelo Manigrasso ,e di alcuni soci Onav ha dato nuova vitalita' alla sezione di Cremona che quest' anno ,nella ridente cittadina cremasca ,ha visto consolidarsi diverse iniziative ed interessanti degustazioni.  

 

 L' Agriturismo La Boschina ha ospitato il Corso di primo Livello per il conseguimento della Patente di Assaggiatore  di vino superato con successo dai provetti assaggiatori ed e' gia' in programma il prossimo che iniziera' in autunno ,dopo le vacanze estive,  a partire dal 4 ottobre 2018 :18 ore di lezioni teorico -pratiche e piu' di 60 vini da degustare .Le lezioni iniziano dall' analisi della  figura dell' assaggiatore ,dalla scoperta dei nostri sensi e della nostra memoria ,dal saper assaggiare e dalle nostre soglie gustative .Poi ,dopo uno spazio dedicato alla legislatura e all' etichetta dei vini, ci si concentra sulla  vite che e' l' origine di tutto :inizia quindi un percorso di conoscenza dal grappolo al mosto alle diverse vinificazioni ,in bianco ,in rosso e in rosso alternativa e alla scoperta dei vini con e senza spuma .L' ultima parte del corso  e' dedicata solitamente agli svariati pregiudizi intorno al vino e ad un ' enografia dettagliata  della nostra regione.Ben tre le serate dedicate all' approfondimento di tematiche particolari: la prima incentrata sul Barolo e sulla sua geologia in un appassionante viaggio tra uva e terroir ,la seconda sull' Amarone ,sullo Sforzato e su altri grandi vini italiani con appassimento delle uve e l' ultima ,che ha chiuso la stagione ,in un percorso sensoriale tra i vini bianchi nel simpatico  dehors dell' Agriturismo Cascina Loghetto di Crema che ci ha permesso di giocare un po' con l' olfatto ri-conoscendo e ri-scoprendo alcuni percettori dei vini bianchi .La prima degustazione volta all' assaggio di otto Cru dell' Azienda Sordo ,cantina storica risalente ai primi del Novecento ,ci ha rivelato piacevoli scoperte in un racconto che ha avuto come filo conduttore il fortissimo rapporto tra terra e vino e tra zone piu' giovani e zone piu' antiche .La storia delle Langhe e' iniziata 130 milioni di anni fa e le uve Nebbiolo sono le grandi protagoniste di un territorio unico e del Barolo nella sua elegante veste di grande espressivita' vinicola .

Si e' parlato molto di suolo come componente essenziale  ,di argilla, di sabbia ,di roccia calcarea ,di arenaria e non solo perche' il vino e' frutto della terra ma anche perche' la vite si adatta a tutti i tipi di terreni con risultati enologici diversi :un terroir enologico e' composto infatti  da diversi fattori tra cui la struttura geologica, fisica e biologica .L' energia ,la potenza ,la classe e l' eleganza di questi vini ci ha conquistati insieme alle sensazioni molto intense di terra ,humus ,frutta marmellatosa e matura ,liquirizia ,percezioni floreali e fruttate marcate  e note dolciastre piacevoli .La serata si e' conclusa poi  con una mini verticale di Barolo Perno che ci ha permesso di conoscere piu' a fondo l' aspetto evolutivo di questi vini e di questi terreni antichi :note di garofano ,menta e i tannini potentissimi ci hanno affascinato   per la  loro potenza e la loro ricchezza  insieme all' energia e alla grande persistenza in bocca.La seconda degustazione e' stata giocata invece sulla  parola "appassimento " e a tutto cio' che circonda la storia di questi vini abbastanza atipici .Ci siamo domandati perche' sono nati i vini di appassimento ,cosa otteniamo appassendo le uve rosse ,quali sono le principali antocianine ,quali sono le tecniche per ottenere i vini passiti .Il Presidente Vito Intini ci ha guidati in un iter anche storico e culturale  che ha saputo andare al di la' dell' Amarone della Valpolicella ,storica zona vinicola ,e dello Sforzato della Valtellina per inoltrarci nel ricco panorama italiano dei vini rossi secchi da uve appassite strutturati ma eleganti .Quest' esclusivita' tipicamente italiana e' stata vissuta con mano -e con naso -dai noi presenti incontrando due produttori della Valpolicella ,Venturini e Le Marognole .Le loro parole ci hanno parlato  di forte dedizione e passione ,di famiglia ,di tradizione ,di amore ed esperienza per la terra tramandata da diverse generazioni ,dai nonni ai figli :"...e' un quotidiano a contatto con la natura seguendo e rispettando i suoi ritmi .

E' lo sguardo ammirato della famiglia che guarda con orgoglio il frutto maturo .E' il ricordo della dolce carezza sul nostro viso di nonno Massimino con quelle sue mani ruvide, espressione della terra ".Fabio Corsi invece ci ha parlato della sua piccola azienda vinicola a condizione famigliare :la coltivazione della vigna e' stata da sempre l' attivita' di famiglia e lui ,respirando questa particolare atmosfera, sta cercando di consolidare le  origini cosi' forti e profonde di questa terra dai panorami meravigliosi .Curioso l' assaggio di un particolare Salento Negroamaro IGP ,"Le Braci ", dell' enologo Severino Garofano che ha cercato di capire a fondo questo vitigno e di sviluppare la sua idea di appassimento :verticalita' ed eleganza ,incredibile sapidita' ,persistenza infinita sabbiosa ,nota acidula straordinaria ,percezioni olfattive diversificate di terra molto forte e calda ,cuoio ,tabacco ,caffe' ,marmellata stracotta di frutta rossa ,sensazione pepata ,note piccanti di peperone seccato ,ciliegia .Ed abbiamo chiuso in bellezza con una piacevole riscoperta di un ventaglio di percettori di alcuni vitigni bianchi italiani tra cui Saivignon Blanc, Riesling,Soave ,Chardonnay e Gewurztraminer :note speziate ,minerali ,floreali ,fruttate e vegetali .L' olfatto ,in fondo ,e' il nostro senso piu' capace forse di coinvolgerci e stupirci come degustatori anche per la peculiarita' e la straordinarieta' della memoria strettamente legata ai nostri ricordi e alle nostre emozioni .Ed e' stato bello perdersi in questo viaggio nella memoria e nelle percezioni olfattive, in quest' arte antica e sempre moderna che inizia da noi e da noi si puo' evolvere .Se vi ho incuriosito e volete scoprire le  prossime serate tematiche potete consultare il sito della nostra sezione .

www.onav.it 

 

Onav6
Onav5
Onav7
Onav8
Onav3
Onav4
Onav9
Onav2

Editing by Davide Severgnini. All rights Reserved.