Calvisano, terra fra storia ,arte e tavola .

IMG_3187.JPG

Nella romantica cornice di Villa Nember , le eccellenze di Calvisano in tavola con il prestigioso patrocinio di East Lombardy 2017  

Una cena davvero speciale e' stata presentata dalla Pro Loco di Calvisano ,rappresentata egregiamente dalla vulcanica e multitasking Ivana Tratta .Il patrocinio di East Lombardy 2017, con la presenza  durante la serata dall' Assessore  allo Sviluppo Economico Mauro Parolini ,qui ha trovato la sua location ideale come portavoce delle peculiarita' e delle prelibatezze del territorio bresciano .Possiamo proprio parlare a pieno titolo di "Gusto del territorio ":il desiderio di incuriosirsi in un percorso interessante tra cultura ,arte e cucina ,tra modelli culturali e abitudini tramandate nel tempo .

In fondo la cucina e' il mezzo piu' completo per mantenere in vita la memoria delle pietanze storiche .E la cena presentata ha dato voce alla varieta' paesaggistica e gastronomica in loco .Ha dato vigore ,stupendoci positivamente ,ad un distretto straordinario dei sapori lombardi che si intrecciano nella loro eterogeneita' :e cosi' dalla pianura abbiamo potuto  sentire il profumo dei dolci pendii delle Prealpi  o delle colline di Franciacorta o dell' aria inconfondibilmente miste dei vicini laghi .L' esperienza sensoriale e l' esperienza del gusto vengono cosi' amplificate  dalla rivalutazione del territorio ,dalle origini storiche e dalla bellezza artistica che circonda Calvisano .L' Agroittica Lombarda ha accolto gli ospiti ,nell' elegante atrio della villa ,con il famoso Caviale Calvisius servito su una spuma di panna acida e con tartine al caratteristico burro di caviale ,preparato secondo una ricetta originale e versatile .

Il benvenuto si e' chiuso con un piacevole assaggio dello storione bianco presentato su un morbido pan brioche .Entrando nella sontuosita' delle stanze di Villa Nember, una tavola elegante ha  accompagnato un ricco ed eterogeneo menu :fra gli  antipasti abbiamo assaggiato un salame tradizionale bresciano dell' Azienda Agricola Saletti e un particolare salame di cavallo della Macelleria Scalmana abbinati ad una composta di cipolla caramellata e ad un pane del territorio .Proseguendo ,ecco che con i primi piatti abbiamo riscoperto  non solo l' importanza di piccoli e medi produttori locali ma anche ,secondo la filosofia di East Lombardy ,alcuni indirizzi golosi ,quei ristoratori dediti e appassionati che portano avanti con tenacia ,fantasia e tecnica le tradizioni agroalimentari e le ricette storiche .Et voila' :il Ristorante Gambero ha presentato il suo Risotto con le punte di asparagi mentre il Ristorante Zanella i suoi famosi ed invitanti Tortelli di zucca con burro versato e salvia .

Dopo una tagliata di Fassona con burro bagosso l' attenzione e' stata focalizzata di nuovo su un' eccellenza del territorio in un connubio perfetto di sapori :un Grana Padano DOP di Calvisano dell' Azienda Agricola De Stanchina abbinato al miele di Castagno dell' Apicoltura Paganini ,un miele particolarmente intenso che ha esaltato tutto l' aroma e il gusto del Grana Padano, formaggio millenario delizioso e di indiscussa qualita' .E ,come conclusione del nostro percorso degustativo alla scoperta delle bonta' di Calvisano ,non potevamo non concludere con tre tipologie dolci d' eccellenza che rappresentano pienamente le particolarita' di questo lembo orientale lombardo :Panfrutto della Beata ,accompagnato con crema chantilly e frutti rossi ,Torta Linz e Torta di rosa  DeCo di Malpaga .Una serata quindi speciale che ci ha permesso di conoscere piu' a fondo le origini di un territorio con il suo iter sociale e produttivo ,con le sue ricchezze artistiche da visitare ,con le sue metamorfosi culinarie che nel tempo e con il tempo ci permettono oggi di fare interessanti scoperte tra intrecci cibo -cultura di ampia portata e di ampio respiro .

IMG 3175
IMG 3187
IMG 3204
IMG 3189
3207r
IMG 3212
IMG 3215
IMG 3216
IMG 3172
IMG 3171
Img


Editing by Davide Severgnini. All rights Reserved.