Assaggiare il cuore della Lombardia a tavola e nel bicchiere pensando al Brasile.Il nostro piccolo benvenuto all’ estate

bra4.jpg
È stato un onore presentare un pezzo importante della nostra bella Lombardia al Console Cesare Villone (Promozione Imprese Mercati Esteri -Tutela Connazionali )che riporterá in Brasile i sapori di un’ eccellenza italiana speciale ,di una terra che si trova nel cuore della Lombardia ,a poca distanza dalle cittá di Milano e di Brescia ,tra le dolci colline della Franciacorta circondate dal fiume Oglio e dalle antiche Alpi Retiche .
 
Il Lago d’ Iseo invece si percepisce da lontano con i suoi sentori lievi ma sagaci .Le peculiaritá sensoriali di ogni calice di Franciacorta diventano l’ elemento distintivo di un territorio che sa svelare tutto il suo fascino. E adesso non manca che abbinare il vino prescelto a degli gnocchi speciali che vengono dalla Vallecamonica ,una terra da sempre molto importante come via di comunicazioni tra le valli alpine. Le diverse civilitá che hanno vissuto in questa valle hanno contribuito a rendere piú ricco il territorio con la sua cultura profonda ,le sue generazioni a confronto ,le sue tradizioni radicate .Un piatto va sempre raccontato ,é ormai il mio dictat ,e dietro questi gnocchi ripieni di Rosa Camuna ,si puó scoprire un’ arte casearia antica colma di storia .Una storia affascinante perché il solco vallivo camuno é costellato di forme e simboli che attraversano l’ Adamello ,il lago del Sebino ,vigneti ,pascoli ,boschi .L’ agricoltura di montagna é sempre una bella sfida ed é piacevole poterla presentare anche ai nostri amici che vivono in Brasile :un latte prezioso lavorato nelle fattorie e nelle malghe che sa rispettare nel tempo una tradizione plurisecolare .Come e’ nata la famosa Rosa Camuna ?Bisogna andare indietro nel tempo....i Camuni incisero sulle pietre della Valcamonica un fiore che poi é stato scelto come simbolo della regione Lombardia .E questo formaggio ,esclusivo nella sua forma e nella sostanza ,rappresenta un’ ottima proposta da abbinare a diversi piatti della nostra tavola .Cosí ,una specialitá di una delle piú belle valli del Nord Italia incontra un angolo verde dove si esprime la viticoltura italiana di qualitá. Abbiamo pensato di accompagnare gli gnocchi ad un Rosé della Tenuta Ambrosini Millesimato del  2013 .
 
Un uvaggio di Pinot Nero 55% e Chardonnay 45 % ,un affinamento sui lieviti di almeno 30 mesi ,una tipologia di terreno morenico e una raccolta manuale con un’ accurata selezione dei grappoli .Molto interessanti le caratteristiche organolettiche :alla vista un colore rosa con deboli riflessi ramati ,al naso un bouquet intenso che richiama fragranze delicate ,sentori di piccoli frutti ,fragoline e ribes e un piacevole sentore lievemente affumicato ,in bocca infine rivela con sorpresa una piacevole pienezza ,un buon corpo e una pacata morbidezza .E qui ,in questa bella proprietá di famiglia ai piedi del Castello di Bornato , la Cascina Caterina ,ci si puó estraniare per qualche giorno dalla realtá quotidiana e dallo stress e si possono coniugare la passione per il vino e per la natura con l’ opportunitá di potersi rilassare sotto il lungo portico su cui si affacciano i confortevoli alloggi che qui si chiamano con i nomi delle diverse tipologie di vini :Brut ,Satèn ,Rosé .Per noi una  simpatica chiacchierata con la giornalista brasiliana Sandra Bandeira Nolli ,che mantiene un filo diretto con tanti nostri connazionali in Brasile ,e per far conoscere al Console Cesare Villone alcune meraviglie eno-gastronomiche del territorio bresciano collegate alle nostre iniziative degustative .Fortaleza ha incontrato il cuore della Lombardia  ed é solo l’ inizio perché a metá luglio scopriremo altri momenti interessanti ,simbiosi di tradizioni ,storie e prodotti locali tra le migliori espressioni del nostro “made in Italy” consapevole ed orgoglioso .Qui, in questa serenitá, domina imperscrutabile la stessa passione di quando ero piccola e correvo nella vigna di mio nonno per rubare un grappolo d’ uva ,metterlo in 
bocca ,sedermi e lentamente ricordare i sapori sperimentati ,i chicchi piú dolci o piú acidi ,quelli piú frizzanti o piú graffianti nell’ anima .
 
Bra
Bra1
Bra2
Bra3

Editing by Davide Severgnini. All rights Reserved.